Consigli in pillole

• Per i lavori particolari, e specialmente per i lavori su impianti anche singoli, consultate il laboratorio in fase progettuale, non fateci partecipare solo alla risoluzione dei problemi, ma anche nella fase progettuale, che è il momento in cui molti problemi si possono risolvere a monte, con un vantaggio notevole per i vostri lavori

• Guardare sempre il modulo dei tempi di lavorazione del laboratorio, e rispettarli, questo vi garantirà dei lavori eseguiti rispettando i tempi dei relativi materiali, ricordiamoci, che da solo il gesso ha bisogno di 24 ore di indurimento per raggiungere la giusta durezza per poter essere lavorato, quindi i lavori con tempi non congrui risentiranno sicuramente dei tempi non rispettati. www.dentalab.it/pervoi.htm

• Prima di congedare il paziente, istruite la vostra assistente a fare una spunta delle cose che andavano fatte, troppo spesso ci arrivano pacchetti incompleti di cere o altro.

• Chi non ha la macchina fotografica digitale non aspetti la prova fusione, per fare le foto del colore al paziente, ma le faccia già dalla prima impronta del provvisorio, eviteremo inutili attese di sviluppo.

• Consegnate sempre, ai vostri pazienti, a lavoro ultimato i modelli di lavoro ed i relativi provvisori, spiegando di conservarli gelosamente, perchè forse non serviranno mai, ma nel caso servissero costerebbe tempo e denaro rifarli.
In questo modo li responsabilizzate nella loro conservazione, vi liberate lo studio ed al tempo stesso siete sicuri di ritrovare i provvisori se servissero oppure coinvolgere il paziente nel pagamento degli stessi, nel caso li avesse smarriti.

• Consegnate sempre ai vostri pazienti delle istruzioni d’uso il più complete possibile, questo vi metterà al riparo da problemi ti “non me lo aveva detto” o “non lo sapevo” per questo troverete dei moduli che potrete scaricarvi ed eventualmente personalizzare. www.dentalab.it


• Colate sempre in studio le vostre impronte in alginato, soprattutto per gli scheletrati, ma per tutti i tipi di utilizzo.
E’ presente in commercio un alginato che dura cinque giorni, chiedete ai vostri fornitori, oppure telefonate al Nostro Partner FAMBERDENT per informazioni, sicuramente questo tipo di alginato migliora di molto il problema dei tempi brevi dell’alginato classico.
L’alginato è un materiale molto preciso, ma ha un solo inconveniente, essendo composto quasi esclusivamente da acqua, deve essere colato immediatamente per mantenere delle buone qualità, questo vi eviterà anche di far uscire anche molti porta impronte dallo studio.
• Per le assistenti che non sono in grado di colarle, possono vedere il nostro protocollo, che le guiderà passo passo nella colatura, e poi ci possono chiamare per informazioni. www.dentalab.it


• Per inviare le impronte in laboratorio, ci sono i sacchetti sigillati del laboratorio, se non li avete o li avete terminati richiedeteceli.

Consigli in pillole