Scheletrati

Per la protesi scheletrata, ai clinici che non fanno da soli un progetto, e gli eventuali ritocchi dentari necessari.
Consigliamo prima dell’impronta definitiva per eseguire lo scheletrato un’impronta di studio per la progettazione, e la costruzione a seconda dei casi di un Porta Impronte Individuale.
Insieme all’impronta è molto utile allegare nella prescrizione due righe nelle quali si riportano eventuali richieste progettuali, il tipo di scheletrato da eseguire ed eventuali denti compromessi o altro, tutto questo ci darà un progetto ed un futuro scheletrato, veramente su misura.
Possiamo quindi riassumere il seguente Protocollo:


I Appuntamento: Solo nel caso in cui il clinico non si faccia da solo il progetto.

• Impronta studio
• Impronta antagonista
• Cera
• Prescrizione completa di note e richieste


II Appuntamento

• Esaminazione del progetto tecnico
• sua approvazione o meno
• Esecuzione delle preparazioni richieste
• per eventuali rest o piani guida
• Nuova impronta per scheletrito, se è
• stato richiesto, con il P.I.I.
• Cera
• Controllo dell’antagonista, che non sia
• stato danneggiato durante il trasporto
• Solo nei casi con un’assenza di denti
• estesa, è necessario dopo questa impronta
• eseguire una base di articolazione, e
• l’eventuale registrazione prima
• dell’esecuzione dello scheletrato, in un
• appuntamento intermedio.
• Prescrizione completa dei dati ed
• eventuali note

III Appuntamento

• Prova dello scheletrato
• Controllo dei rest o cavalieri in occlusione
• Registrazione o conferma dell’occlusione
• Presa del colore
• Prescrizione completa dei dati ed eventuali note

IV Appuntamento

• Consegna per lavori con pochi denti sostituiti o
• Prova denti e ricontrollo occlusione per lavori più estesi
• Prescrizione completa dei dati ed eventuali note

V Appuntamento

• Consegna

Scheletrati